Un nuovo studio ha rivelato che il tuo profilo Instagram può rivelare molto sulla tua salute mentale

Quando passiamo ore e ore sul nostro profilo Instagram, non sempre prestiamo attenzione ai colori e ad altri dettagli minimi, ma pare che essi possano darci importanti informazioni riguardo la nostra salute mentale. Secondo uno studio pubblicato su EJP Data Science, la tua bacheca su Instagram può far capire sei depresso. Sappiamo cosa stai pensando. In che modo potrebbe farlo? I nostri telefoni non ci conoscono. Ma il concetto è davvero molto semplice.

Lo studio nota che i segnali fotografici della depressione possono essere misurati associando un mood ed un colore con la nostra salute mentale. Guardando ad un gruppo di 166 persone, è stato riscontrato che le persone con uno stato mentale sano associavano i colori freddi con la negatività, e invece preferivano usare colori più brillanti per le loro foto personali. Le persone che invece soffrivano di depressione, usavano i colori scuri e molti più colori nella scala dei blu e dei grigi.

 

“Gli utenti di Instagram del nostro studio che soffrono di depressione avevano una predisposizione molto alta all’utilizzo di filtri per attenuare tutti i colori nelle foto, e mostravano un’avversione per le foto con luce artificiale, a differenza degli utenti non-depressi”, spiega lo studio. “Questi risultati coincidevano con lo studio che collega la depressione con la predisposizione all’utilizzo di colori scuri, blu e monocromatici”.

State vagando per la vostra bacheca di Instagram per controllare le vostre foto? Non preoccupatevi, lo stiamo facendo anche noi.

Lo studio ha anche guardato ai filtri che vengono usati su Instagram e chi li usa più di frequente. Hanno riscontrato che le persone con uno stato mentale positivo preferiscono usare filtri che illumino le loro foto, mentre le persone negative spesso non utilizzano filtri proprio per nulla, e quando lo fanno, preferiscono filtri scuri o in bianco e nero.

Non andate nel panico se vi piacciono le foto scure o principalmente monocromatiche- questa non è assolutamente una diagnosi. E’ solo una scoperta generale-